Menu
grissini rustici al rosmarino
Pane e lievitati

Grissini rustici al rosmarino

Questi grissini nell’ultimo periodo non mancano mai in casa mia. Sfiziosi e genuini sono perfetti per spezzare la fame ma anche per l’aperitivo o durante i pasti. Adoro la loro consistenza rustica data dall’utilizzo della farina integrale e della semola rimacinata di grano duro, un’accoppiata vincente che li rende davvero irresistibili. Uno tira l’altro!

Quali ingredienti troverai nei miei grissini rustici al rosmarino e sostituzioni

Farina integrale: consente di ottenere dei grissini più rustici e genuini in quanto. Puoi sostituirla con la stessa quantità di farina semi integrale tipo 1 o tipo 2.

Semola rimacinata di grano duro: insieme alla farina integrale rende questi grissini ancora più caserecci e croccanti.

Lievito di birra secco: può essere sostituito da 25 g di lievito di birra fresco precedentemente sciolto in un pochino d’acqua tiepida.

Rosmarino secco: conferisce ai grissini un gusto ed un profumo irresistibili. Puoi sostituirlo con le erbe aromatiche che preferisci, come timo e maggiorana ad esempio, oppure puoi semplicemente ometterlo.

Olio extra vergine di oliva: rende i grissini croccanti e gustosi. È importante che sia di ottima qualità.

Ottime ragioni per provare i miei grissini rustici al rosmarino

  • con farina integrale
  • friabili
  • croccanti
  • fragranti
  • facilissimi da preparare
grissini rustici al rosmarino

Ingredienti

Dosi per: 25-30 grissini  | Preparazione:  15 minuti + 3 ore di lievitazione Cottura: 25-30 minuti

270 g farina integrale Grandi Molini Italiani
230 g semola rimacinata di grano duro Grandi Molini Italiani
35 ml olio extra vergine di oliva
250 ml acqua
7 g rosmarino secco
10 g lievito di birra secco
1 cucchiaino di zucchero
9 g sale

Come preparare i grissini rustici al rosmarino

1 – In una ciotola capiente unisci la farina integrale, la semola rimacinata, lo zucchero e il lievito di birra secco e mescola bene con un cucchiaio di legno.

2 – Ora aggiungi l’acqua e inizia a lavorare l’impasto prima con il cucchiaio di legno e poi con le mani, energicamente.

3 – Una volta che gli ingredienti si sono uniti aggiungi anche l’olio e continua a lavorare l’impasto con le mani per farlo assorbire. Infine, aggiungi il sale.

4 – Trasferisci l’impasto sul piano di lavoro e lavoralo per una decina di minuti o fino a quando non sarà bello liscio ed omogeneo (lo stesso procedimento può essere fatto con la planetaria).

5 – Trasferisci il panetto su una teglia spolverata con della semola, quindi appiattiscilo con l’aiuto del mattarello per ottenere un rettangolo e cospargi la superficie con dell’olio evo.

6 – Lascia lievitare il panetto per tre ore coperto con della pellicola alimentare all’interno del forno spento.

7 – Passato il tempo necessario, con un tagliapasta preleva dei filoncini di impasto larghi circa 2 cm e passali nella semola (questo darà ai grissini una texture più rustica) e, inseguito, tenendo le due estremità. allunga la pasta per formare il grissino. Io ho anche arrotolato su se stessi i grissini per avere una leggera spirale. Man mano trasferisci i grissini su una teglia foderata con della carta forno.

8 – Spennella i grissini con olio evo e inforna a 200°C per 25-30 minuti o fino a doratura.

Una volta pronti lasciali raffreddare completamente a temperatura ambiente.

Come conservare i grissini rustici al rosmarino

Questi deliziosi grissini si conservano fino a 2, massimo 3 giorni all’interno di una scatola di latta o del sacchetto del pane. Col passare dei giorni i grissini tenderanno a perdere la loro friabilità e diventeranno molli. Per ovviare questa problematica passa i grissini in forno a 200°C per una decina di minuti, in questo modo perderanno l’umidità in eccesso e saranno come appena sfornati!

Ti è piaciuta questa ricetta? Se hai preparato i miei grissini rustici al rosmarino mi piacerebbe che tu lo condividessi con me taggandomi su Instagram @essenzavegetale o lasciandomi un commento qui sotto.

Se stai cercando altre idee sfiziose dai un’occhiata alla sezione pane e lievitati.

Nessun Commento

    Lascia un Commento